Nel lontano 26 ottobre 1946, Lidio Poian, fondatore dell’omonima azienda, riesce ad acquistare, per la somma di 240 Lire, il tornio “FM SAFOP” con cui inizia l’attività di imprenditore in un locale di 16 mq. in via XXV Maggio a Romans d’Isonzo (GO), proprio a fianco di casa sua. È l’approdo ad una dimensione professionale definitiva dopo gli studi e dopo varie esperienze lavorative ed esistenziali, fra cui l’impiego come tornitore nelle Officine Aeronautiche dei Cantieri di Monfalcone, i tempi duri dell’immediato dopoguerra, la disoccupazione e la breve presenza nell’Officina Pupin a Romans.

Nel 1947 Lidio Poian comincia ad assumere I primi collaboratori e si fa conoscere ampliamente per la realizzazione di macchine per la lavorazione del legno, la frantumazione della pietra e di sollevatori idraulici per aratri, una novità tecnologica per quei tempi nel settore.

Nel 1955 trasferisce l’officina nella più ampia sede di via Percoto, aggiungendovi nuove macchine utensili ed assumendo altri collaboratori.

Nel 1971 viene realizzato, nell’attuale sede di via Sauro, il nuovo stabilimento alla cui gestione egli affianca i figli Claudio e Luisa, che si occupano rispettivamente della produzione e della parte amministrativa. L’azienda assume così la denominazione di”LIDIO POIAN & C. S.n.c. – Officina meccanica di precisione” e diventa in breve tempo una delle più qualificate realtà produttive specializzate nel settore delle lavorazioni meccaniche di alta precisione.

Nel 1995 l’Azienda raddoppia la superficie produttiva ed aumenta il parco macchine utensili a controllo numerico per far fronte alle nuove richieste di lavoro che esigono una tecnologia d’avanguardia.

Oggi l’Impresa occupa una ventina di collaboratori e stringe rapporti di lavoro con numerose ditte che operano nei settori aeronautico, motoristico, meccanico navale, delle materie plastiche, medicale, energetico e della ricerca. In un mondo che cambia rapidamente, il proponimento dell’Azienda è di affrontare le incognite del futuro contando sulla preparazione e la professionalità di tutti i collaboratori, con la consapevolezza di voler operare nel rispetto e per la dignità della persona, per il bene della collettività e per favorire il progresso economico.