L’azienda studia e collauda nuovi materiali, ponendosi all’avanguardia in questo settore e, trattando anche i materiali più difficili; fin dagli anni Settanta, lavora leghe di titanio, materiali sintetizzati, fibre di carbonio, acciai inossidabili, da bonifica, cementazione e nitrurazione, tungsteno, varie leghe di alluminio e di magnesio.

Fresatura

Vengono utilizzati macchinari quali Hermle, Saimp e Tiger a 3, 4 e 5 assi in continuo, tutti dotati di controllo numerico Heidenhain, che permettono di lavorare particolari fino alla dimensioni massima di 800 x 800 x 1600 mm. Le frese manuali per attrezzisti consentono invece la lavorazione di pezzi singoli.

Tornitura

La Lidio Poian dispone di torni CNC di ultima generazione a 2, 3 e 5 assi (distanza punte 1000 mm), di torni ad autoapprendimento con i quali è possibile lavorare pezzi di dimensioni importanti, fino a Ø600 mm (distanza punte 2000 mm). Questa flessibilità permette di produrre pezzi unici o piccole serie.

Rettifica

Il reparto permette di effettuare rettifiche in piano, universali interne ed esterne, sia manuali che CNC. Inoltre nella rettifica cilindrica interna-esterna la Lidio Poian è in grado di lavorare particolari con precisioni elevate che raggiungono il decimo di micron.

Elettroerosione a filo

Mediante l’utilizzo dell’elettroerosione a filo la Lidio Poian riesce ad eseguire, su tutti i materiali conduttori, delle operazioni che risulterebbero complesse con i metodi tradizionali. Vengono ad esempio agevolate alcune lavorazioni su materiali molto duri o termicamente trattati e si riescono ad eseguire geometrie complesse e micro-lavorazioni.